Home page di Google: i diffusori sono così intelligenti

"Ok Google, quanto sei intelligente?" Abbastanza intelligente, come si scopre in maniere. L'Assistente Google, che si trova in Google Home, Home Mini e Home Max, conosce un numero incredibile di domande. L'agenzia di stampa spot sulle notizie è stata in grado di testare tutti e tre i diffusori intelligenti in dettaglio e può confermare che i dispositivi lasciano un'impressione generale molto buona.

Queste sono solo domande che potrebbero anche rispondere al motore di ricerca di Google o ad un'app dedicata. Quindi un utente può chiedere senza problemi, per quanto tempo è probabile che abbia bisogno di lavorare, se il tempo nel fine settimana permette un viaggio in montagna o quanti anni ha il Cancelliere. Se la tua dolce metà d'infanzia al momento ha un partner o se il supermercato dietro l'angolo ha ancora questa pizza surgelata in magazzino, devi scoprire purtroppo altri modi.

A differenza della concorrenza, l'Assistente Google non deve assolutamente nascondersi. Così l'assistente vocale è stato in grado di rispondere a molte più domande di test rispetto a Siri di Apple e ha lavorato in questo settore all'incirca allo stesso livello di Amazon Alexa. Robert C. Mendez, esperto di digital voice assistant presso l'Internet of Voice, ha dichiarato in un'intervista di settembre con alcune notizie che "in Europa in particolare, Amazon Alexa e Google Assistant sono sicuramente la prima scelta".

Il piccolo grande

Il più piccolo oratore della famiglia, Google Home Mini, differisce nella sua abilità di base non da Google Home o dal grande Google Home Max. Inoltre, con il piccolo è in grado di rispondere a tali domande, dispositivi smart home supportati come da Philips o scopri nuove canzoni preferite tramite Spotify o YouTube Music. Inoltre, il mini può anche essere controllato, ad esempio, il Chromecast di Google, con la serie, i film e la Co. vengono trasmessi in streaming su una TV.

Una vera esperienza hi-fi, tuttavia, la Mini non può offrire - ma l'altoparlante incorporato è troppo piccolo. Il piccolo, con circa 4,2 centimetri di altezza e un diametro di circa 9,8 centimetri, ma non è nemmeno inteso come un mostro sonoro. Questo è il punto in cui il personaggio Wizard è davvero in primo piano - in un dispositivo che, grazie alle sue piccole dimensioni, fa in modo discreto il suo lavoro sulla scrivania o altrove.

Persino il fratello maggiore convince

Il fratello maggiore Google Home ha un suono molto migliore, ma è anche molto più evidente. Il design minimalista dell'altoparlante è accattivante, anche se non così sublime come quello di Apple HomePod. Poiché il dispositivo di quasi 14,3 centimetri di altezza è più difficile da trascurare, è particolarmente adatto per gli utenti che potrebbero anche voler fare una certa affermazione e, soprattutto, ascoltare musica o audiolibri più spesso.

Questo si riflette anche nel prezzo. Mentre Google Home Mini è già disponibile per 59 euro competitivi, la casa costa 149 euro in più del doppio. Per inciso, il dispositivo è davvero facile con tutti e tre gli altoparlanti. Tutto ciò di cui hai bisogno è una connessione alla rete elettrica, l'app Google Home corrispondente sul tuo smartphone e solo pochi minuti.

Sarà enorme

Un vero impegno per la famiglia di casa richiede il Max. Non solo che lo speaker intelligente costa già 399 euro, ma è anche enorme in contrasto con i suoi fratelli. The Home Max, che ricorda il design di un diffusore da pavimento classico, misura circa 33,6 pollici di larghezza, 19 pollici di altezza, 15,4 pollici di profondità e pesa circa 5,3 chilogrammi. Quindi, l'oratore non può essere trascurato ed è quasi una parte dell'appartamento.

Allo stesso tempo, è anche la migliore alternativa per gli amanti della musica, dato che Google Home Max lascia chiaramente molti dei suoi concorrenti all'ombra. Gli utenti possono sintonizzarsi su un livello di volume a cui non sono abituati dalla maggior parte degli altri oratori che supportano i voice assistant. Ma grazie all'appropriato riconoscimento vocale del campo lontano, un utente non deve urlare quando la musica viene alzata, così da poter impartire nuovi comandi al dispositivo. E grazie alla funzione "Smart Sound", l'altoparlante regola anche le proprie impostazioni dell'equalizzatore sull'acustica di una stanza per ottimizzare il suono.

Anche se questo diffusore non si avvicina a un sistema di fascia alta, ma il suono massiccio e pieno di spazio dovrebbe essere più che sufficiente per la maggior parte degli utenti. Ciò rende sicuramente Google Home Max uno dei migliori altoparlanti intelligenti sul mercato.

6 passi per MIGLIORARE la EMUI di HUAWEI P20 PRO (Dicembre 2019).


Google Inc., altoparlanti, motore di ricerca, Top Dog, Amazon, Europa, Home page di Google, Google Home Mini, Google Home Max, Smart Speakers, Google