Freddo: nuove informazioni su una vecchia conoscenza


In caso di raffreddore, si può presumibilmente salvare gli antibiotici. Ma nella sinusite sono utili, giusto?

Nella maggior parte dei casi, i raffreddori sono causati da virus e gli antibiotici non aiutano. Si dice spesso che almeno dietro le complicazioni come i batteri della sinusite si sono bloccati in modo da usare antibiotici.

Tuttavia, un recente studio americano ha scoperto che i farmaci non apportano sollievo nemmeno allora. Al contrario, l'uso massiccio di antibiotici significa che si sviluppa sempre più resistenza? Batteri così resistenti contro i quali quasi nessun rimedio aiuta. Inoltre, gli antibiotici hanno spesso effetti collaterali spiacevoli, come la diarrea.



Molte persone affermano di avere un'influenza non appena il loro naso scorre. Ma non è solo un raffreddore medio?

Quando la caratteristica sensazione di formicolio nel naso o i graffi sul collo si trascinano per giorni, questo è quasi sempre il presagio di un raffreddore o di un'infezione influenzale. Questo è un raffreddore con febbre, che è anche causato dai raffreddori tipici (sono chiamati rinovirus, corona e adenovirus).

In una vera influenza, uno in genere si sente da un momento all'altro solo malato di cane, come spento e di solito ha la febbre alta e una tosse secca. L'agente patogeno è il pericoloso virus dell'influenza.

Un'altra differenza tra influenza e un normale raffreddore: contro il primo si può essere vaccinati contro la varietà di oltre 200 diversi virus del raffreddore no.



Come vengono trasmessi i virus e come possono essere prevenuti?

I virus del raffreddore e dell'influenza entrano nel corpo attraverso la bocca, il naso o attraverso gli occhi: inaliamo lo sputo carico di virus e le goccioline di muco che il ragazzo all'altro capo della stanza ha messo a tacere. Oppure prendiamo la maniglia della porta (il ricevitore del telefono, il libro, la banconota ... quasi tutto qui) che un uomo freddo ha toccato poco dopo aver gettato via il suo fazzoletto - e poi ci ha afferrato in faccia.

Mentre l'agente patogeno dalle narici in circa 10-15 minuti nel rinofaringe (lì ogni raffreddore ha il suo inizio) deve combattere, viene lavato dall'occhio con un battito di ciglia. Se i virus entrano in bocca, hanno meno possibilità: possono essere ingeriti e distrutti dall'acido dello stomaco.

Il peggio sono i patogeni che vengono gettati nel lavandino prima di strofinarci il naso o gli occhi, lavandoli accuratamente con sapone dalle loro mani.



In che modo i virus riescono a moltiplicarsi nel corpo e come possono essere prevenuti?

Una volta che il virus del raffreddore o dell'influenza ha raggiunto il rinofaringe sulla mucosa, si aggancia ai recettori appropriati. Quindi scade, dopodiché vengono programmati tutti i virus: penetrano nella cellula, si aprono, rilasciano il loro materiale genetico e infine rilasciano nuovi virus.

I virus dell'influenza hanno bisogno di alcuni enzimi e bloccano i moderni farmaci antinfluenzali (i cosiddetti inibitori della neuraminidasi), ma solo all'inizio, quando non ci sono così tanti virus nel corpo. Una volta trascorso questo tempo, non c'è modo di attaccare il virus direttamente, quindi puoi solo alleviare i sintomi. Questo è il caso dei raffreddori fin dall'inizio, gli inibitori della neuraminidasi non funzionano affatto qui.

Quanto tempo ci vuole?

Dal momento in cui il virus del raffreddore si inserisce nel rinofaringe, sono necessarie dalle 8 alle 12 ore per il rilascio di nuovi virus - questo è il cosiddetto tempo di incubazione. Ci sentiamo presto che qualcosa sta succedendo nel naso, ma dall'inizio dell'infezione al sintomo completo, ci vogliono dalle 36 alle 72 ore.

Quando il raffreddore è pienamente attivo, il rischio di infezione spesso diminuisce di nuovo: è maggiore nei primi tre giorni, quando viene rilasciata la maggior parte dei virus. Quindi, se ti stai chiedendo con chi potresti essere stato infettato, spesso è qualcuno che non era ancora visibilmente malato. Questo vale anche per l'influenza reale, qui ci vogliono uno o due giorni prima che compaiano i primi sintomi.

Due persone, una delle quali è solo leggermente depressa, l'altra con la febbre, possono avere lo stesso virus del raffreddore?

Sì, possono. Il modo in cui un raffreddore si manifesta non dipende solo dal virus stesso, ma anche dai messaggeri del corpo, che chiama al piano e solo allora causa i tipici sintomi del raffreddore. Quindi non il virus, ma il sistema immunitario è responsabile del naso di Schnabel. Quanto è forte il naso o se viene aggiunta la febbre, è individualmente molto diverso.

Come può essere che il mio amico sia sempre molto malato, ma non mi infetto quasi mai?

Perché uno si ammala e l'altro no, questo è un grande mistero dell'infezione. Ma ci sono alcune spiegazioni: potrebbe essere che tu abbia già avuto i patogeni, forse senza accorgertene, ma il tuo sistema immunitario ha ovviamente ricordato i germi e ora può rispondere rapidamente.

Potrebbe essere che fai tutto nel modo giusto e prevenga le infezioni ancora e ancora. Potrebbe anche essere che tu sei uno dei fortunati 25 per cento delle persone che sono infette, ma non mostrano ancora sintomi.

Dopo tutto, è possibile che il materiale genetico ti protegga completamente dalle infezioni. Che ci siano varianti genetiche che praticamente escludono l'infezione è dimostrato per il virus HI. Sempre nell'influenza, gli scienziati stanno esaminando come sono correlati il ​​materiale genetico e l'infezione: un team guidato dal Prof. Thomas F. Meyer del Max Planck Institute for Infection Biology di Berlino ha recentemente scoperto quali geni devono essere attivi nelle cellule ospiti, in modo che i virus dell'influenza può moltiplicarsi a tutti.

I conducenti di autobus e metro sono in realtà più probabili dei conducenti di biciclette o auto?

Questo non è stato studiato, ma si può presumere. Poiché più persone si riuniscono in un unico posto, maggiore è la probabilità di contrarre un'infezione. È noto che i bambini che si avvicinano ai giochi rispetto agli adulti in ufficio, spesso si ammalano. Il freddo, ad esempio quando si pedala, non è in alcun modo motivo di raffreddore.

Qual è il virus più pericoloso che esiste?

Dipende da cosa guardi. Il più mortale è il virus della rabbia, che ti ucciderà sempre entro poche settimane o mesi se non trattato. La rabbia, tuttavia, è considerata sradicata in questo paese, l'HIV, tuttavia, è troppo vivo e non trattato entro una media di dieci anni e quasi sempre a morte. Nel frattempo, le droghe hanno preso il virus HI una parte del suo orrore.

Per il virus più sottovalutato, il Robert Koch Institute (l'agenzia federale tedesca responsabile della sorveglianza e della prevenzione delle malattie) detiene il virus dell'influenza: molte persone non sono consapevoli che, soprattutto quando si è più anziani o si ha una malattia cronica, può morire per questo.

Dal punto di vista economico, bisogna anche avere molta paura dei virus del raffreddore: secondo il "DAK Health Report", tre congedi per malattia su dieci sono attribuibili alle infezioni influenzali e alle loro complicanze (sinusite, bronchite).

Quali agenti patogeni sono più pericolosi: virus o batteri?

Difficile da dire. I patogeni che hanno suscitato scalpore in tutto il mondo nel recente passato sono stati tutti i virus: HIV, SARS, virus dell'influenza aviaria e suina. Questo perché puoi solo trattare male i virus, in parte perché non hanno il proprio metabolismo che potrebbero bloccare, proprio come fanno gli antibiotici con i batteri.

I batteri diventano pericolosi quando non possono essere raggiunti con gli antibiotici: perché si incapsulano (ad esempio nella tubercolosi) o perché sono diventati resistenti, come in molte infezioni ospedaliere.

Come reagisci in modo diverso ad alcuni virus al primo contatto rispetto al seguente?

Questo perché alcuni virus (come la varicella) rimangono nel corpo dopo l'infezione. Nidificano nel corpo e possono aspettare lì per decenni. Se l'ospite (cioè l'essere umano) ha stress o il suo sistema immunitario è in forma meno buona per altri motivi, i virus ricominciano a moltiplicarsi. Perché il virus non entra nel corpo attraverso le vie respiratorie, ma di solito ha avuto molto tempo per recuperare. a. nei tratti nervosi, si arriva ad altri sintomi, con virus della varicella a fuoco di Sant'Antonio.

Un altro esempio è il virus dell'herpes simplex: il primo contatto nell'infanzia innesca il cosiddetto marciume della bocca (numerose vesciche sull'intera mucosa orale, febbre), in seguito il virus è di solito solo sul labbro.

Per proteggerti dalle infezioni:

lavaggio delle mani. Questa è la cosa più importante, come hanno dimostrato numerosi studi. Nel modo seguente: sapone tra le dita per 20-30 secondi, quindi risciacquare abbondantemente e asciugare. Le persone che lo fanno cinque volte al giorno hanno solo la metà delle probabilità di avere il raffreddore. È meglio fare una routine di lavarsi le mani quando arrivi a casa o in ufficio.

Meno sul naso e sugli occhi. Ogni quattro minuti ti afferri il viso. Chiunque riesca a ridurre questo riduce anche il potenziale di attacco da parte dei virus.

Ventilare frequentemente. Più l'aria è umida, più rapidamente le goccioline di muco e saliva assorbono l'acqua e affondano a terra attraverso il suo peso. Lì sono innocui. L'umidità fa bene anche la mucosa nasale. Inoltre, l'aria proveniente dall'esterno contiene molti meno virus. Il Robert Koch Institute raccomanda almeno dieci minuti di aria fresca da tre a quattro volte al giorno, preferibilmente con un attimo di respiro.

Risciacquare. Tutto ciò che lava via i patogeni che hanno appena raggiunto il rinofaringe riduce le loro possibilità.Oltre ai risciacqui nasali portano bevande calde, zuppe e cibi piccanti per far scorrere il naso.

Dormi abbastanza. Recentemente, uno studio ha dimostrato che i raffreddori sono tre volte più comuni se i soggetti hanno dormito meno di sette ore. Ancora più importante della durata, tuttavia, sembra essere la qualità del sonno: se i partecipanti allo studio avevano la sensazione di aver dormito male e di non essersi adeguatamente ripresi, il rischio di prendere un raffreddore era addirittura aumentato di un fattore cinque.

Per proteggere gli altri dalle infezioni:

lavaggio delle mani. Soprattutto prima di cucinare.

Schivare di notte. Se ti ha sorpreso, dovresti dormire in una stanza separata, se possibile.

Blow it right. Prendi un fazzoletto usa e getta e gettalo immediatamente, ad esempio in un sacchetto di plastica sdraiato sul letto.

Tosse e starnuti adeguati. Nella manica, allontanati dall'altro e tratteniti.

Quando la gola inizia a graffiare:

Salva te stesso: Ora non dovresti fare nulla che indebolisca il sistema immunitario.

Succhiare molto: Tutto ciò che stimola il flusso di saliva garantisce anche che i patogeni vengano lavati via. Le compresse di agrumi contengono anche disinfettanti o agenti analgesici.

Abbassa il pH. I virus del raffreddore e dell'influenza muoiono in un ambiente acido. Il problema è che l'acido sulla mucosa fa male, anche se non viene somministrato come risciacquo, ma solo mediante spray, ad es. in comuni spray per la difesa dal freddo.

Quando il freddo è completamente lì:

Il solito. Nutri sano, dormi molto, inspira due volte al giorno. Se necessario, combattere i sintomi con spray nasale e antidolorifici. Se una rapida insorgenza e la febbre alta indicano un'influenza, in particolare i pazienti cronici devono rivolgersi al medico.

Video Raccomandazione:

???????? ???????????????????????????? ???????????????????????? - ????????????????????????????????????????????????,???????????????????????????????????? ????????????????????????????,???????????????????????????????? ???????????????????????????????????????? (Agosto 2020).



Freddo, virus, HIV, antibiotico, patogeno, RKI