• Dicembre 6, 2019

Moda vegana: shopping con un buon feeling

Se acquisti solo moda vegana, non utilizzare pelle, lana, seta, pelliccia e piumino. È davvero sempre necessario? E quanto sono adatte per l'uso quotidiano le alternative? Le informazioni più importanti e consigli sui negozi.

Perché dovrei fare a meno della pelle? Gli animali vengono comunque macellati a causa della carne e cosa comporta se la pelle viene gettata via invece di trasformarla in pelle?

Non è del tutto vero. Secondo l'organizzazione per i diritti degli animali Peta, il 40 percento degli animali viene macellato solo per la pelle, la carne non viene mangiata. Quanti animali devono soffrire per i nostri vestiti è mostrato dall'esempio dell'India, dove le mucche sono venerate dagli indù come sacre. Il massacro delle mucche è vietato in gran parte dell'India. Peta stima che ogni anno due milioni di mucche indiane vengano trasportate su lunghe distanze nel vicino Bangladesh - di solito in furgoni troppo stretti e senza acqua o cibo - e uccise lì. La produzione di pelle è tutt'altro che ecologica. Di solito è abbronzato con cromo, che danneggia sia la natura che l'uomo. In Germania, forniamo quasi il 100 percento di abbigliamento in pelle e calzature dall'estero? e non so quali condizioni siano prodotte lì.

La pelle è traspirante e quindi ideale per le scarpe - ci sono alternative ragionevoli?

Le scarpe in similpelle di alta qualità possono, al contrario delle scarpe in PVC economiche, tenere il passo con la qualità delle scarpe in pelle. Il tessuto moderno come il poliuretano (PU) contiene pori fini ed è quindi traspirante. Inoltre, è elastico e si adatta un po 'al piede. A differenza del PVC, non contiene plastificanti.

Non esiste pelle prodotta con animali ed ecologica?

Il sigillo? Pelle naturale standard? La International Association of Natural Textile Industry (IVN) garantisce, tra le altre cose, che la pelle sia prodotta in modo ecologico e conciata al vegetale. Quando si tratta di amicizia degli animali, diventa più difficile: da dove provengono le pelli per la pelle e come sono stati tenuti gli animali, non si impara come acquirente. E anche il nome? Bio-pelle? è più fuorviante, perché il termine non è protetto. Per lo più è diventato? Pelle organica? concia al vegetale, ma le pelli non derivano da animali da allevamento biologico controllato. Infatti, a differenza della carne biologica, non esiste un'etichettatura per la pelle poiché le pelli non sono separate nei macelli. Tuttavia, alcuni produttori di pelletteria in Germania prestano attenzione non solo all'ambiente ma anche alla loro compatibilità con gli animali. Ad esempio, Anne-Christin Bansleben, amministratore delegato dell'etichetta "Deepmello", acquista le pelli per la sua pelle esclusivamente da piccole aziende agricole in Germania, circa la metà da agricoltura biologica. "Per noi è importante sapere da dove provengono gli animali", afferma Bansleben. La pelle della tua produzione è anche conciata al vegetale con rabarbaro, la produzione completa si svolge in Germania. Anche il produttore di pelletteria? Ecopell? acquista esclusivamente pelli bavaresi e lavora per aumentare la quota di zootecnia biologica. Ma queste sono purtroppo eccezioni, che sono anche molto costose. Scarpe della collezione attuale di? Deepmello? è disponibile a partire da 350 euro, per il designer di una giacca di pelle Aleks Kurkowski, che lavora esclusivamente con "Deepmello" -Leder, hai messo giù solo 669 euro. La buona notizia è che anche alcuni produttori convenzionali stanno ora trasformando la pelle di animali da agricoltura biologica nelle loro collezioni. Presso il produttore bavarese di scarpe da montagna e trekking? Hanwag? Ad esempio, ci sono scarpe di cuoio provenienti da aziende biologiche croate e H&M ha anche prodotti in pelle biologica provenienti da aziende biologiche svedesi. La quota è ancora piccola, ma: la domanda determina l'offerta.

Quali materiali vegani per le scarpe sono ancora disponibili, tranne la similpelle?

In estate, ad esempio, anche le scarpe in cotone, lino o cotone di canapa sono una buona scelta. E per accessori come cinture o borse il sughero è adatto.

E la lana? Le pecore sono tosate, non è male, vero?

Nelle pecore, pensiamo agli animali che pascolano felici per il prato tutto il giorno e vengono tosati una volta all'anno. Sfortunatamente, la realtà di solito è diversa: il principale produttore di lana è l'Australia. Gli animali sono tenuti lì in gruppi enormi in recinti stretti. Sono guidati attraverso bagni chimici per uccidere gli insetti nella loro pelliccia. Inoltre, l'agonizzante mulesing è ancora una pratica comune in Australia. Gli agnelli delle pecore Merino senza anestesia hanno tagliato un pezzo di pelle attorno all'ano per prevenire l'infestazione da larve di mosca. La domanda di lana è in aumento. Soprattutto nel settore esterno, la lana merino fine e inodore viene ora sempre più utilizzata, come alternativa naturale alle fibre sintetiche in poliestere o poliammide. Aziende come H & M, Icebreaker, Puma e Adidas usano almeno lana senza muli.

Come posso essere sicuro che un capo sia completamente vegano?

Non è facile Sebbene i jeans siano fatti di cotone, ma l'etichetta cucita è di solito in pelle. Diventa ancora più difficile per i prodotti animali mascherati come la tintura tessile a base di pidocchi e la colla a base di farina di pesce. Da ottobre 2013, esiste un'etichetta di Peta, che è etichettata con abbigliamento vegano:? Peta Approved Vegan? ci sta sopra. Finora, tuttavia, solo pochi produttori usano? in Europa circa due dozzine - l'offerta gratuita. Questo non aiuta molto con lo shopping. Tuttavia, se si desidera acquistare in modo specifico su Internet o nei negozi corrispondenti, ecco un elenco di aziende che utilizzano il logo: www.peta.de/petaapprovedvegan#.U5gCh15lxCc

Fino a che punto sono legati alla protezione dell'ambiente e degli animali?

"La protezione dell'ambiente è sempre il benessere degli animali", afferma Sascha Klemz, comproprietaria della società Zündstoff, un fornitore di abbigliamento equo ed ecologico di Friburgo. Il suo ragionamento: "Se gli uccelli muoiono a causa di una piattaforma petrolifera rotta, le scarpe in pelle artificiale sono meno amiche degli animali rispetto a quelle in pelle?" Il problema: le alternative ai prodotti animali sono spesso a base di petrolio. Questo vale per le scarpe in pelle artificiale per pile e molte camicie funzionali. Suggerimento: indossare prodotti riciclati o usati e prestare attenzione a buona qualità e longevità.

Vegan e rispettoso dell'ambiente? quali materiali sono rimasti?

Non preoccuparti, ci sono molti materiali ecologici e rispettosi degli animali: lino organico, canapa e cotone sono i preferiti quando si tratta di sostenibilità. Lo stesso vale per il cotone riciclato. Anche le fibre chimiche come poliestere e nylon vanno bene se sono fibre riciclate. I materiali citati sono tutti nelle classi superiori A e B di "Made-By", un'organizzazione che confronta la compatibilità ambientale delle diverse fibre. Le loro raccomandazioni includono innovazioni come Monocel e Tencel. Entrambe le fibre sono prodotte in un processo chimico da materie prime naturali. Il processo è molto più ecologico rispetto, ad esempio, alla viscosa. Monocel e Tencel sembrano seta, sono traspiranti e trasportano l'umidità lontano dal corpo. Puoi sostituire facilmente i piumini con imbottitura in piuma e camicia funzionale in poliestere o lana merino.

E dove? S tutte le cose fantastiche?

In questi negozi ci sono abiti vegani, prodotti principalmente in modo equo ed ecologico:

www.onlineshop.deargoods.com www.muso-koroni.com www.hansvurst.com www.bleed-clothing.com www.umasan-world.com www.avesu.de

La Osteoporosis no es una cuestión ni de Calcio ni de Lácteos, por la Dra. Olga Cuevas (Dicembre 2019).


Moda, moda vegana