• Dicembre 13, 2019

Alcuni mobili sono come buoni amici

Cinque anni fa abbiamo lasciato la Germania. Abbiamo ridotto le nostre cose a 15 scatole e abbiamo deciso di separarci da tutti i mobili. Non è stato difficile per noi.

Il letto del periodo di studio con materasso che abbiamo regalato. Il divano da 3 metri aveva ancora un valore di rivendita del 50%. Dopo tutto. Non avevamo un guardaroba, abbiamo passato i buoni scaffali IKEA agli amici. Allo stesso modo la nostra televisione, il letto degli ospiti e i mobili del bagno. Così amici e sconosciuti hanno gradualmente cancellato il nostro allora appartamento nello Schanzenviertel di Amburgo. Ciò che rimase alla fine fu esattamente un mobile la cui partenza semplicemente non potemmo portare ai nostri cuori: un vecchio divano in pelle.

Il divano in pelle faceva parte della mia vita da oltre cinque anni. Ci eravamo conosciuti in un mercatino delle pulci a Schanzenviertel. Era un bel sabato mattina, il sole splendeva, tenevo il caffè in mano. È stato amore a prima vista. Il divano blu scuro era lì e la sua morbida pelle luccicava alla luce del sole. La cornice in legno di ciliegio marrone scuro ha sottolineato la sua bellezza e le ha dato pura eleganza. È stata disegnata per età, ma chic ed elegante. Il tuo allora proprietario mi ha annunciato che il pezzo buono valeva 120 euro. Uno scherno! Non ho dovuto negoziare, abbiamo concordato.

Insieme abbiamo attraversato in lungo e in largo il divano e io, e se avesse potuto parlare, probabilmente avrei dovuto distruggerla. Conosce le storie più oltraggiose di relazioni, amicizie, litigi non dignitosi, yogurt volanti, storie di innamorati e disperati e di come sempre due li accompagnano. Seduti su di lei avevamo fumato molte sigarette, bevuto Astras, consumato buon cibo. Ha funzionato su di lei, coccolato e persino fatto sesso con lei.

E poi siamo partiti. Non abbiamo potuto portarli con noi, né li vendiamo. La mia sorellina si offrì di sistemare il divano finché non tornammo indefinitamente. In furgoni il viaggio è andato a Berlino. Lì rimase per qualche mese nella cantina asciutta, finché non fu bagnata da un tubo scoppiato. Un'operazione di salvataggio rapido era possibile solo senza un piedistallo mobile. Un'amica di mia sorella è stata così gentile e l'ha aiutata a portare il divano a un chilometro e mezzo attraverso Berlino, nella prossima cantina di altri amici. Nella cantina successiva rimase in piedi per altri tre anni. Non ha sperimentato molto. Ma sono sicuro che è stato bello per lei riprendersi dalle storie e dalle difficoltà dei miei vent'anni selvaggi sull'Hamburger Kiez.

Dal 2016 siamo tornati ad Amburgo e un nuovo inizio senza lavoro e un appartamento è stato difficile. Il nostro appartamento oggi ospita solo poco materiale, non vogliamo nemmeno ricominciare a accumulare. Il mio vecchio divano è ora nella scuola materna di mio figlio. Sono così felice che sia tornata con noi. Come una vecchia signora amichevole, lascia che la mia piccola salti pazientemente su se stessa, è una barca pirata, a volte una grotta. Io e lei sappiamo che era molto di più ... e lo sarà sempre. Alcuni mobili non sono semplicemente mobili. Alcuni mobili sono amici.

Dime cómo eres y te diré que herida emocional tienes por Ana Belén Mena (Dicembre 2019).