Capelli biologici? 12 fatti sulla nuova cura dei capelli

1. Da dove viene la tendenza?

I look di acconciature tra Kreuzberg e Cannes sono attualmente considerati alla moda solo se lavati, curati e disegnati chimicamente. Chiunque consciamente nutre, creme e trucchi non vuole scendere a compromessi quando si tratta di cura dei capelli. Sostenibile e con molta natura nel prodotto, questo è il desiderio del momento.

2. Chi sono le donne che vogliono il verde?

Marc Booten, parrucchiere biologico di Dusseldorf e missionario per bei capelli da 25 anni, chiama la sua clientela Edelpuristinnen. "Queste sono donne che hanno una seconda casa a Parigi e arrivano in abiti firmati per l'appuntamento." Ma la tendenza è arrivata da tempo in tutte le donne che hanno a cuore la sostenibilità e apprezzano semplicemente le acconciature di alta qualità.



3. Questi prodotti per capelli contengono solo ingredienti naturali?

No. I cosmetici vegetali naturali contengono un'alta percentuale (fino al 100 percento) di ingredienti naturali, ma ciò non significa che provenga automaticamente dall'agricoltura biologica. Chi lo desidera e cosmetici naturali puri al 100%, deve prestare attenzione in Europa alle solite certificazioni: Natrue, Ecocert, BDIH o Demeter. Chi vuole conoscerlo in modo più preciso: sulla homepage delle aziende, i cosiddetti rapporti sulla sostenibilità spesso presentano percorsi di materie prime o processi e ingredienti di produzione rispettosi dell'ambiente e presentati in modo trasparente.

4. Per chi sono adatti i prodotti con potenza di impianto?

Soprattutto per le donne con cute sensibile e secca. Alcune sostanze negli shampoo convenzionali che ammorbidiscono i capelli (siliconi o poliquaternium-10) si accumulano sui capelli e sul cuoio capelluto - se la pelle viene ulteriormente sgrassata ed essiccata dai detergenti, provoca prurito, bruciore e squame secche. Pertanto, i grandi gruppi di cosmetici stanno sostituendo sempre più sostanze di lavaggio aggressive come i solfati con tensioattivi dello zucchero. Si asciugano di meno, e questo fa bene il cuoio capelluto; così come il contenuto alcolico ridotto o gli olii eterei (e calmanti del cuoio capelluto) di rosmarino e lavanda. Ma non devi preoccuparti dello shampoo convenzionale. "In Germania, la prescrizione cosmetica, ogni prodotto deve essere sicuro", ha detto il dott. Med. Peter Hagel, che ha trascorso 30 anni alla ricerca di materiali naturali per La Biosthe? Tique. Il parrucchiere Marc Booten vede comunque il problema principale altrove: "Il cliente prende troppo shampoo, lo risciacqua troppo corto e poi distribuisce balsamo, districante, fissatore e spray sulla testa." Tutto produce insieme sulle nostre teste ".



5. Quanto tempo ci vuole per passare allo shampoo naturale?

Fino a quando i capelli non si sentono più morbidi, di solito 3-4 lavaggi. Marc Booten consiglia prima della prima applicazione, un peeling del cuoio capelluto che rimuove i vecchi contaminanti come residui di styling e cura.

6. E nell'applicazione è tutto come sempre?

Nel frattempo, i prodotti naturali schiumano e tutti gli altri shampoo. A volte, tuttavia, i capelli devono essere lavati molto accuratamente a causa degli oli. Decisamente diverso, tuttavia, si lava con i cosiddetti shampoo bar. Si tratta di lavaggi privi di acqua, che con cere solide e detergenti mettono polvere fine, grasso e residui di styling sul pelage. I pezzi pratici (che sono un ottimo compagno a prova di perdite nel bagaglio) vengono strofinati più volte sui capelli bagnati gocciolanti, massaggiati e sciacquati di nuovo con abbondante acqua.

7. L'effetto cura è buono come al solito, anche con i capelli danneggiati?

"Puoi ottenere ottimi risultati con materie prime naturali, e i peptidi di grano e gli oli vegetali possono fare molto per la cura", spiega il Dr. Peter grandine. Con un avvertimento: "Gli oli vegetali rendono i capelli elastici, ma non così buoni e duraturi come i siliconi ad alto polimero." Chiunque voglia, ad esempio, perché ha i capelli crespi o crespi, ha maggiori probabilità di trovare cure convenzionali che nell'area verde.



8. Posso anche vestirmi di verde?

"Puoi formulare gel e schiume per lo styling con una durata media su una base verde", afferma il Dr. Hagel. Tuttavia, ci sono ancora alcuni svantaggi per i fan organici. La ricerca di una buona lacca ecologica è stata difficile. "Spesso Shellack viene usato qui, ma non ha alcun senso, ma deve uscire di nuovo dai miei capelli e non funziona così bene." Shellack è agli occhi di Hagel, quindi, "un meraviglioso smalto per mobili", in fissativo per capelli o spray, ma con cautela da apprezzare, soprattutto perché è di origine animale.

9. Cosa devo fare per l'ambiente?

Per i prodotti biologici certificati, solo le sostanze degradabili entrano nel ciclo dell'acqua. Nei cosmetici per capelli convenzionali i polimeri di plastica micro-fine portano la lucentezza in fili fragili, ma dopo il lavoro nelle acque reflue causano problemi. Le minuscole creature scivolano attraverso tutti i filtri e i setacci e si sistemano sul fondo del mare.Anche se, secondo il Fraunhofer Institute for Micro-Plastics di Cosmetics, occupa solo il 17 nel carico degli oceani (il corridore anteriore è l'abrasione del pneumatico) - ogni piccolo passo conta.

10. Dove si ottiene il verde per la testa?

Grandi attori nel settore ecologico, come Weleda, Lavera, Sante? o Logona, ora ha una vasta gamma di prodotti per la cura dei capelli nella sua gamma, disponibile anche nei supermercati e nelle farmacie. Lì troverai anche prodotti naturali da CD, Schwarzkopf o L? Ore? Al, che ora hanno anche serie con una quota verde maestosa. Tuttavia, i portali organici su Internet sono davvero grandi in termini di verde: già attrae una vasta selezione di marchi di nicchia con un background entusiasmante: Avocado. de, Najoba.com o Greenglam.de sono ad esempio tali negozi. A Greenglam, ci sono più di 400 prodotti certificati, come "Rahua", la linea per la cura dei capelli del guru dei capelli di New York Fabian Lliguin. Gli oli vegetali necessari provengono da Lliguin, ecuadoriani con radici quechua, tra l'altro da cooperative indigene nella foresta pluviale sudamericana.

11. Esistono colori per capelli senza sostanze chimiche?

Lì sono successe molte cose: il gruppo L? Ore? Al, ad esempio, ha portato la serie "Botane? A" ai salotti L? Ore? Al-Professionnel dopo anni di preparazione. E questo tinge i capelli esclusivamente con pigmenti vegetali - da henné, indaco e cassia. Nelle farmacie, la figlia Garnier L? Ore? Al attira con i colori "Herbalia", che come "Botane? A" usano solo pigmenti della natura. Fornitori come Sanotint, i cui colori naturali contengono almeno il 99 percento di pigmenti vegetali, sono disponibili in 30 tonalità: dal nero al biondo bianco. Anche aziende come Sante?, Lush e Logona offrono ora una gamma simile. Hennè, cassia, gusci di noce, indaco, caffè, barbabietola e radice di rabarbaro forniscono i pigmenti. Per il processo di tintura, tuttavia, devi essere paziente. La vernice organica è solitamente disponibile sotto forma di polvere che deve essere miscelata. Il tempo di esposizione è fino a due ore. Inoltre, anche i pigmenti naturali, se applicati su capelli pretrattati o tinti chimicamente, possono produrre risultati indesiderati. E: non esiste ancora lo sbiancamento bio-certificato.

12. Che dire dell'henné, non colora i capelli di arancione?

"È tutta una questione di formulazione", afferma Karolina Dworek, addetta stampa dei prodotti L? Ore? Al-Professionnel. L'henné è una polvere ottenuta dalle foglie grattugiate dell'henné. A seconda di come si mescolano le foglie, per quanto tempo lavorano e quali pigmenti colpiscono nei capelli, l'henné può produrre un'arancia brillante. "Usiamo l'henné in 'Botane? A' per calde sfumature ramate - ma lo mescoliamo con l'indaco, maggiore è la sua proporzione, più neutre e fredde diventano le sfumature, in modo che, a seconda del colore naturale, quasi tutti i colori dei capelli possano raggiungere dal biondo pallido al marrone scuro. " Cassia, noto anche come "henné neutro", conferisce al risultato ulteriore brillantezza e intensità di colore.

TOP PRODOTTI CAPELLI E CORPO PREFERITI 2013!!! (Settembre 2021).



Cura dei capelli, potenza delle piante, campagna pubblicitaria, cosmetici