Jungle Camp 2019: Gisele è già la nuova vittima di spettatori?

Dodici (non) celebrità sono appena in tempo fuggendo dalle masse nevose locali nella giungla australiana. Dall'11 gennaio e fino alla finale, il 26 gennaio, i concorrenti di "I'm a Star - Get Me Out of Here!" ora per il primo premio di 100.000 euro. Nella 13a stagione dello show, ma è stato anche chiaro nel primo episodio: Tra due candidati, potrebbe essere ancora più scomodo nei prossimi giorni che nel caos invernale tedesco.

"Ingoio!"

I candidati hanno usato prontamente il segnale di partenza per chiarire alcune cose prima che entrassero nel sottobosco. Esperto di salsiccia al curry Chris Töpperwien (44 anni) afferma: "Non esiste uno spuntino". Oppure: "Non mentire con Domenico - altrimenti ci sono i terni del terzino sinistro!" Nel frattempo, il suo miglior ex-Evelyn Burdecki (30) è "diventato un po 'in TV" e lo specialista del sesso Leila Lowfire (26) ha dichiarato breve, conciso e promettente: "I'll swallow!"



Tommi Piper (77) ha avuto di più da parlare, chi vuole vivere un'altra grande avventura nel suo "ultimo quarto di vita" partecipando allo spettacolo. Prima di tutto, tuttavia, sembrava aver cercato interlocutori e parlato con i suoi compagni di campeggiatori non solo su Dio e il mondo, ma anche sulla sua bronchite, gli occhi del suo cane o il suo rivestimento.

Esame nella giungla della grande città

Gisele Oppermann (31) dovrebbe già aver stabilito un record. Ci sono voluti 24 minuti fino alle sue prime lacrime amare - c'era il precedente partecipante "GNTM", badate bene, ancora nell'hotel di lusso. E non sapeva che per la prima volta nella storia del programma era imminente un test della giungla fuori dalla giungla. Lei e un gruppo di suoi compagni dovevano guadagnare i primi speroni - cioè le stelle - su una trave sospesa sul tetto di un grattacielo. Seguì il prossimo crampo. Se continua così, Gisele avrà serie preoccupazioni per la disidratazione.



Yotta contro Töpperwien, Burdecki contro de Cicco

Per ragioni di tensione, due incontri sono stati posticipati fino alla fine dell'episodio. Solo nel campo, i rapinatori e suricati suricati Bastian Yotta (42) e Chris Töpperwien si sono scontrati - e ignorati in modo studioso. Dopo tutto, "tagliare in bocca" Töpperwien vuole la sua nemesi fatta da sé almeno non ancora (ancora). Ma una tempestiva tempesta di tuoni sembra tuttavia al sicuro come l'Amen nella chiesa.

Anche Burdecki e Domenico de Cicco (35) si sono evitati inizialmente. Ma un raggio di speranza: "L'attrice Dahoam Dahoam" Doreen Dietel (44) ha accettato di agire come intermediario, se necessario, attorno al fuoco. Ma non era necessario, perché nella comune predilezione per i prodotti di bellezza era seguito il primo tentativo di approccio tra i due in mattinata: "Evelyn, che cos'hai lì?" - "Crema, crema solare". Il ghiaccio era rotto.



L'esame della giungla

Come prova di attitudine obbligatoria, ovviamente, era la cucina dell'orrore. Tutti i candidati hanno ricevuto il meglio degli orrori della giungla: testicoli, occhi, larve, pene. Gisele ha di nuovo negato e si è messo in pole position per tutti i test imminenti che il pubblico sadico latente potrebbe disporre. Solo una sensazione. Ciò è stato immediatamente confermato alla fine dell'episodio. L'ex modello deve nel prossimo episodio del "canale fatale".

Tutto su "I'm a star - portami fuori di qui!" nello speciale di RTL.de

The Girl Who Lives In A Bowl (Gennaio 2020).



Jungle Camp, Bastian Yotta, Jungle Camp 2019, I'm a Star - Fammi uscire da qui !, Evelyn Burdecki, Domenico de Cicco, Jungle Camp