Aiuto per amore: perché il tempo non salva una relazione

"Ho pensato che sarebbe andato bene", dice Gunnar, e ha una grande impotenza nei suoi occhi. Chiedo, "Hai notato che Cynthia stava diventando sempre più insoddisfatta?" - "Sì, sì." - "Come ti sei sentito?" - "Beh, non sapevo cosa fare dopo." - "Cosa hai fatto allora?" - "Ho pensato, ora è proprio così, con i bambini piccoli e la ricerca di lavoro e così, dobbiamo solo affrontarlo." Ad un certo punto sarà di nuovo diverso. " Ora Cynthia dice: "All'inizio pensavo anche che avessimo solo bisogno di tempo, ma poi ho detto così tante volte che mi mancano la vicinanza, le carezze, il sesso, sono sempre stato in più solo nelle mutandine che correvano davanti a lui. Ho pensato che un giorno avrebbe dovuto reagire ".

Gunnar aveva davvero creduto che il tempo l'avrebbe fatto. Se avessero di nuovo le notti da soli. Se avesse avuto un nuovo lavoro ed entrambi avessero nuovamente la sicurezza finanziaria. Ma ogni giorno che passa nella schiacciante banalità del bambino, cresce la sensazione dolorosa di non essere vicini l'uno all'altro.

Il dolore di essere disconnesso è peggiore di qualsiasi altra delusione in una relazione di coppia. Lo sappiamo quando c'è stata una disputa ferita e nessuno si arrende. Se ci manca la tenerezza, ma l'altra non le manca. Ci siamo persi nel caos quotidiano e non riusciamo a trovare le parole e i gesti più vicini e più intimi tra loro.

Nelle crisi di coppia non possiamo contare su di noi per elaborarli come altre lesioni

Il tempo, si dice, guarisce tutte le ferite. Ma non è vero: una relazione ferita non è certamente una di queste. Nelle crisi di coppia, a differenza di altre perdite e insulti, non possiamo contare su di esso per essere elaborati internamente e imparare a gestirlo. Ogni incontro con il nostro partner stimola sempre i nostri sentimenti - come una ferita che le lacrime si aprono ancora e ancora. Il dolore della disconnessione è come una puntura costante nella carne: sempre presente. E anche se ci dimettiamo e smussiamo: allora la nostra relazione si attenua e ci sentiamo ancora più sconnessi. Se sopportiamo solo continue delusioni, come Gunnar, diventeremo solo più irraggiungibili l'uno per l'altro. I conflitti di relazione continuano a crescere. Ecco perché una relazione non guarisce da sola, ma solo se entrambi cerchiamo attivamente di riunirci di nuovo.

Oskar Holzberg è sposato da oltre 30 anni e da oltre 20 anni offre consulenza alle coppie. Ha scoperto che alcune frasi si applicano a tutte le relazioni. In ogni ChroniquesDuVasteMonde ne presenta uno.

© Ilona Habben

Ma a volte non dobbiamo solo sopportare di non essere felici gli uni con gli altri? Certamente. In crisi abbiamo bisogno del respiro lungo, che ci conduce attraverso discussioni infinite o addirittura sul divano del terapeuta di coppia. Dobbiamo sopportare che i nostri sogni non si incontrino. Ma dobbiamo farlo insieme. Aggrapparsi ha senso solo se restiamo in contatto con la nostra resistenza. Anche se siamo in perdita, finché condividiamo la nostra insoddisfazione e non ci lasciamo soli, la nostra relazione rimane intatta. Il tempo da solo, d'altra parte, non guarisce una relazione.

Le Coppie Che Discutono Molto Si Amano Davvero (Dicembre 2019).


Ferita, insulto, amore, relazione, consigli, partenariato, lotta, rabbia, polarizzazione, ruolo, tempo, conflitto